martedì 23 luglio 2013

PostPICNIC! Claudia e il procione mascherato


CLAUDIA PETRAZZI – Vincitrice del Concorso Picnic 2013
 Fotografia di Maria Cecilia Azzali

Qual è stata l’impressione del tuo primo PICNIC?
Una giornata limpida e spontanea, divertente, piena di persone rilassate e gentili, che si mettono a parlare sull'erba tra loro e parlano anche con gli sconosciuti.

Raccontaci un po’ di sensazioni !
Quando domenica mattina mi hanno detto che il mio compito non era solo quello di fare lo sketchbook, ma che mi sarei anche dovuta sedere al tavolo dei disegnatori, presa alla sprovvista, un po’ di ansietta effettivamente c'è stata! Non ricordo bene se faceva caldo o freddo, e cosa è successo mentre affrontavo l'onore di stare accanto a disegnatori bravissimi, alcuni dei quali già residenti nel mio olimpo di maestri. Mi sono seduta sulla sedia gialla mettendo tanti cuscini per arrivare alla loro altezza, e, gambe penzoloni, mi sono messa a disegnare.
Affrontare l'enorme agitazione ed avere l'occasione di mettermi alla prova è stata un'esperienza fantastica, molto divertente, e rigenerante.

Un aneddoto della giornata?
Nel pomeriggio arrivano due bambine bellissime con il loro foglio bianco e mi chiedono una volpe con i suoi due cuccioli. Parto senza farle nemmeno finire di formulare la richiesta, abbozzando una volpe seduta su una sedia, con un lungo vestito ottocentesco.
La preferiscono senza vestito.
Ok, lo cancelliamo (rinuncio alle trine con difficoltà).
Posso tenere la sedia, che mi piace tanto come l'ho schizzata?
No, è meglio se la volpe la fai accucciata, con i piccoli attorno.
Ok.
La seconda sorellina vorrebbe aggiungere anche lei un suo animaletto, ma ci vuole pensare ancora un po’.
Vabbé allora lasciamo un angolino vuoto e appena ti viene in mente lo mettiamo là.
Un procione?
Ok.
Si, ma guarda che il procione ha la mascherina, non lo sai?
Lo so, ma sto finendo di fare i dettagli di tutti, a quella non ci sono ancora arrivata. Però lo so che ha la mascherina, stavo per farla, non mi far fare figure con gli altri disegnatori, se ti sentono!